SMARTEAM forma nuovi europrogettisti. Concluso con successo e plausi il Master Europrogettazione svolto a distanza durante periodo emergenziale Covid

SMARTEAM forma nuovi europrogettisti.  Concluso con successo e plausi il Master Europrogettazione svolto a distanza durante periodo emergenziale Covid

Il 9 e 10 dicembre la commissione d’esame nominata dalla Regione Marche ha rilasciato la specializzazione di “Tecnico Politiche/Problematiche comunitarie – Master Europrogettazione” agli allievi partecipanti, con ottimi giudizi fino al massimo dei voti.

Il corso, partito a marzo all’inizio dell’emergenza Covid, è stato realizzato quasi interamente a distanza utilizzando la tecnologia FAD e registrando un’altissima frequenza da parte degli allievi partecipanti.

Durante gli esami gli allievi hanno dimostrato di aver conseguito un alto livello di conoscenze, competenze e capacità nell’area della progettazione europea a valere su bandi europei, nazionali e regionali, grazie alla professionalità del corpo docente e dell’organizzazione Smarteam, come testimoniato dagli stessi allievi e dal Presidente della commissione Amadio Carlini.

Il tutto in un anno difficile e complesso come il 2020, con tutte le implicazioni sia sul piano personale che aziendale dovute alla pandemia, pochi se lo sarebbero aspettato, con tutta le incertezze del Lockdown e della formazione a distanza con gli allievi e gli uffici regionali competenti.

E invece è andata così con una sorta di legge del contrappasso, stavolta in positivo. Ne sono convinti Smarteam e i docenti che hanno fortemente motivato la partecipazione degli allievi condividendo quotidianamente materiali di studio e di approfondimento e credendo a fondo nella strategia formativa: monitorare l’intera classe dei partecipanti per non lasciare nessuno indietro e mantenere fermi gli obiettivi del corso.

I dieci allievi partecipanti hanno risposto con entusiasmo e partecipazione durante le lezioni programmate e interagito molto tramite messaggi, mail e webinar per scambiarsi opinioni, inviare esercitazioni e partecipare ai project work organizzati. Tutto ciò come momenti di confronto e di coinvolgimento estremamente funzionali per entrare nel vivo della pianificazione progettuale e comprendere le dinamiche interpretative delle normative europee.

Le tappe del Master

Il corso di 400 ore, inserito nel Catalogo dell’offerta formativa a domanda individuale FORM.I.CA. della Regione Marche, con il determinante aiuto dei Voucher messi a disposizione dal Fondo Sociale Europeo, ha consentito l’iscrizione e poi la partecipazione gratuita di allievi lavoratori e non, residenti nella regione Marche, interessati a conoscere ed approfondire gli strumenti di finanziamento dell’Unione europea, le opportunità per gli enti pubblici e le realtà private (PMI, aziende, settore no-profit, università, enti di ricerca, ecc.), e a sviluppare competenze innovative per il rafforzamento della loro impiegabilità  e dell’autoformazione.

L’obiettivo è stato formare un professionista esperto dei principali programmi europei e delle tecniche di euro-progettazione finalizzate al reperimento di finanziamenti europei, nazionali e regionali.

Il corso inizia il 03 marzo 2020, ma solo dopo due lezioni in presenza, le attività formative sono proseguite forzatamente in modalità FAD, nel rispetto delle misure di gestione e contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e delle linee guida indicate dai decreti regionali e dai diversi DPCM emanati dal governo nazionale.

Lezione dopo lezione, modulo dopo modulo, mese dopo mese la speranza di tornare in aula è stata costante. Ma non è stato possibile.  Il corso è terminato con l’esame finale, il 9 e 10 dicembre, anch’esso con FAD.

Attraverso lo sviluppo dei moduli formativi professionalizzanti: Banche dati e Bandi, Bilancio e le Politiche dell’UE, La Politica di coesione economica e sociale dell’UE: I fondi strutturali e di investimento europei, La progettazione esecutiva, La Metodologia PCM e GOPP, sono stati trasferiti concetti teorici e pratici, approfondite le fasi del ciclo del progetto, gli strumenti e le metodologie indispensabili per la progettazione e funzionali per elaborare un project work che ha riguardato un intero modulo.

Durante il Project Work  sono stati costituiti gruppi di lavoro attraverso sessioni interattive online; i materiali sono stati condivisi con Google Drive e ad ognuno dei gruppi è stato assegnato un bando a gestione diretta (COSME, Erasmus +) e a gestione indiretta (Bando Invitalia, Agevolazioni e contributi SIMEST, Credito d’imposta investimenti e transizione 4.0, Bandi regionali, ecc.), con uno specifico canovaccio fornito nel materiale progettuale dove erano indicati gli obiettivi da raggiungere.

L’apprendimento pratico è stato approfondito durante lo Stage di n. 90 ore (project work per chi era impossibilitato), effettuato da ciascun allievo all’interno di un’azienda privata, università o ente pubblico, che hanno messo a disposizione un tutor/assistente incaricato di seguire il piano formativo concordato.

Risultati del corso

A fine corso, previa ammissione e superamento esame finale, 9 allievi (un’allieva si è ritirata perché nel frattempo aveva trovato lavoro) hanno conseguito l’attestato di specializzazione. Le prove d’esame pratiche ed orali hanno infatti confermato l’ottima preparazione conseguita dagli allievi, come già delineato nello scrutinio fatto dal corpo docente.

Premesso che restano intatte le preoccupazioni per la ricerca e la tenuta del lavoro, tuttavia gli euro-progettisti avranno di certo una freccia in più al proprio arco per affrontare il futuro con una professionalità spendibile in molti ambiti lavorativi.

Per non disperdere le competenze acquisite e valorizzare l’occasione che la regione Marche ha loro offerto, lanciano una sfida: aprire un tavolo di confronto con gli organi regionali competenti per lo sviluppo di progettualità a favore del territorio anche in considerazione delle risorse finanziarie che arriveranno dall’Unione europea per gli anni 2021-2027, in un contesto in cui le scelte principali per la politica regionale saranno attuate attraverso il Fondo di sviluppo regionale, il Next Generation EU, il prossimo Piano Sviluppo Rurale ed il Fondo Sociale Europeo.

Come previsto dal percorso formativo, non appena la condizione sanitaria lo renderà possibile, verrà programmato un evento pubblico sui fondi Europei 2021-27 aperto ad enti pubblici e privati, liberi professionisti, imprenditori, università, ecc., per la diffusione dei risultati conseguiti.

Smarteam sta intanto preparando l’organizzazione dei corsi di euro-progettazione da realizzarsi nel 2021 e gli interessati sono invitati ad inviare una mail di prenotazione a formazione@smarteam.net

 

Ringraziamenti

Smarteam per la disponibilità e la positiva esperienza personale e formativa offerta agli allievi ringrazia: Il Servizio sviluppo Europa e aree protette del Comune di San Benedetto del Tronto; l’Ufficio Servizi Sociali e Politiche Comunitarie del Comune di Fermo; l’Ufficio Sviluppo e Opportunità del Comune di Pesaro; l’Area Ricerca, Trasferimento Tecnologico e Gestione Progetti dell’Università di Camerino; il Servizio Progettazione della Società Coop. Soc. On The Road; la Società Fideas; L’Associazione La Rinascita di Rigo; la Società Deatech Industrial Automation.

 

Gli elogi anche dal Presidente della Commissione d’esame Amadio Carlini per l’ottima organizzazione del corso, per la professionalità e preparazione dei docenti Alessandra Marcozzi, Giuliano Bartolomei e Roberto Senesi, del tutor interno Veronica Grandoni e del Coordinatore Vincenzina Beatrice Martella.

 

 

Smarteam Società Cooperativa

Via Calatafimi n. 44 – San Benedetto del Tronto (AP)

Contatti:

cell: 351 8920860

E-mail: formazione@smarteam.it

sito web: www.smarteam.net;

Facebook: www.facebook.com/smarteamsc/